Focus


Domus Urban Stories: "Milan Next"

E’ un tributo alla Milano, estensione concettuale di “Domus Urban Stories – The Unconventional Guide to Milan” con 15 testimonianze d’eccezione del mondo della cultura, dell’architettura e del design che raccontano la città contemporanea e immaginano la città del domani.

In occasione della Design Week 2017, Domus approda nel cuore del Tortona District allestendo presso lo Spazio Copernico di Via Tortona33 un’installazione interamente dedicata alla città di Milano, intitolata “Milano Next”. Si tratta di un’estensione concettuale della speciale guida “Domus Urban Stories Milan” che la testata presenterà contestualmente in edicola e nelle librerie italiane, proprio a inizio aprile: una guida non convenzionale dedicata alla Milano contemporanea “post Expo” che Domus ha realizzato raccogliendo quindici testimonianze d’eccezione del mondo della cultura, dell’architettura e del design e tracciando altrettanti percorsi d’autore assolutamente inediti per la città. Ai capitoli in cui essa è suddivisa ne segue uno non scritto ma raccontato appunto tramite l’installazione che aprirà i battenti nel pomeriggio del lunedì 3 aprile per la consueta press preview del Tortona District.

Grazie ad un allestimento che suddivide gli spazi in percorsi tematici, Milano viene analizzata, raccontata e immaginata. Domus scatta una fotografia quanto mai attuale della città, del suo vissuto e del suo percepito; mette a fuoco sia la dimensione del macro che quella del micro attraverso indicatori analitici e macro-dati che si materializzano tridimensionalmente in un allestimento “immersivo”, curato da DONTSTOP Architettura, fucina culturale Milanese attiva dal 2011.
L’allestimento farà da cornice disegnando da un lato la Milano contemporanea e dall’altro la “Milano Next” rappresentando per la prima volta le testimonianze e i desiderata dei 15 speciali contributors coinvolti per l’occasione da Domus: Ronan Bouroullec, Maurizio Cattelan, David Chipperfield, Marco De Vincenzo, Naoto Fukasawa, Massimiliano Gioni, Jacques Herzog, Mimmo Jodice, Ross Lovegrove, Jasper Morrison, Bijoy Jain, Alice Rawsthorn, Lia Rumma, Studio Swine, Benedetta Tagliabue.

Un progetto di ampio respiro ma estremamente legato al territorio, una mostra-evento messa a punto in occasione della settimana del Design che intende essere uno stimolo d’analisi e di dibattito internazionale a lungo termine. L’inedita installazione trova una cornice naturale presso lo spazio di Copernico da sempre emblema dell’innovazione. Sua la piattaforma che ha modificato la visione dello spazio di lavoro dando nuovo volto al concetto di smartworking.

Domus – The Authorative Voice in architecture, art and design. Since 1928
Rivista internazionale di architettura, interni, arte e design, Domus da ottantanove anni racconta, promuove e anticipa i movimenti architettonici e artistici e ogni impulso creativo, svolgendo una preziosa opera di indagine, critica e divulgazione. È nata nel 1928 su iniziativa dell’architetto Gio Ponti al quale nel ’29 si è affiancato l’editore Gianni Mazzocchi con l’Editoriale Domus, creata appositamente per pubblicare la rivista. Nell’era post Gio Ponti dal 1979 alla guida del mensile si sono avvicendati Alessandro Mendini, Mario Bellini, Vittorio Magnago Lampugnani, François Burkhardt, Deyan Sudjic, Stefano Boeri, Flavio Albanese, Joseph Grima e l’attuale direttore Nicola Di Battista.



© Fuorisalone.it — Riproduzione riservata.

1
1
1
1
1

Via Tortona, 33
Milano

Scopri l’evento correlato all’articolo
GIORNI
04 martedì
10:00 - 22:00
Esposizione
19:00 - 22:00
Incontro: Innovation Talks con Carlo Ratti – SOLO SU INVITO
05 mercoledì
10:00 - 22:00
Esposizione
06 giovedì
10:00 - 22:00
Esposizione
19:00 - 22:00
Incontro: Products evolution in partnership with Archiproducts -  SOLO SU INVITO
07 venerdì
10:00 - 22:00
Esposizione
08 sabato
10:00 - 22:00
Esposizione
09 domenica
10:00 - 22:00
Esposizione
Evento

Domus Urban Stories. Milan Next.

Indirizzo

Spazio Copernico
via Tortona, 33
MILANO

PER LA DESIGN WEEK 2017 IL MENSILE DOMUS PRESENTA “MILANO NEXT” UNA INEDITA INSTALLAZIONE IMMERSIVA DEDICATA ALLA MILANO CONTEMPORANEA E AL SUO FUTURO. TORTONA DISTRICT - SPAZIO COPERNICO TORTONA 33

Preview stampa lunedì 3 aprile pomeriggio

 

In occasione della Design Week 2017, Domus approda nel cuore del Tortona District allestendo presso lo Spazio Copernico di Via Tortona33 un’installazione interamente dedicata alla città di Milano, intitolata “Milano Next”. Si tratta di un’estensione concettuale della speciale guida “Domus Urban Stories Milan” che la testata presenterà contestualmente in edicola e nelle librerie italiane, proprio a inizio aprile: una guida non convenzionale dedicata alla Milano contemporanea “post Expo” che Domus ha realizzato raccogliendo quindici testimonianze d’eccezione del mondo della cultura, dell’architettura e del design e tracciando altrettanti percorsi d’autore assolutamente inediti per la città. Ai capitoli in cui essa è suddivisa ne segue uno non scritto ma raccontato appunto tramite l’installazione che aprirà i battenti nel pomeriggio del lunedì 3 aprile per la consueta press preview del Tortona District.

 

Grazie ad un allestimento che suddivide gli spazi in percorsi tematici, Milano viene analizzata, raccontata e immaginata. Domus scatta una fotografia quanto mai attuale della città, del suo vissuto e del suo percepito; mette a fuoco sia la dimensione del macro che quella del micro attraverso indicatori analitici e macro-dati che si materializzano tridimensionalmente in un allestimento “immersivo”, curato da DONTSTOP Architettura, fucina culturale Milanese attiva dal 2011.

L’allestimento farà da cornice disegnando da un lato la Milano contemporanea e dall’altro la “Milano Next” rappresentando per la prima volta le testimonianze e i desiderata dei 15 speciali contributors coinvolti per l’occasione da Domus: Ronan Bouroullec, Maurizio Cattelan, David Chipperfield, Marco De Vincenzo, Naoto Fukasawa, Massimiliano Gioni, Jacques Herzog, Mimmo Jodice, Ross Lovegrove, Jasper Morrison, Bijoy Jain, Alice Rawsthorn, Lia Rumma, Studio Swine, Benedetta Tagliabue.

 

Un progetto di ampio respiro ma estremamente legato al territorio, una mostra-evento messa a punto in occasione della settimana del Design che intende essere uno stimolo d’analisi e di dibattito internazionale a lungo termine. L’inedita installazione trova una cornice naturale presso lo spazio di Copernico da sempre emblema dell’innovazione. Sua la piattaforma che ha modificato la visione dello spazio di lavoro dando nuovo volto al concetto di smartworking.

 

Domus – The Authorative Voice in architecture, art and design. Since 1928

Rivista internazionale di architettura, interni, arte e design, Domus da ottantanove anni racconta, promuove e anticipa i movimenti architettonici e artistici e ogni impulso creativo, svolgendo una preziosa opera di indagine, critica e divulgazione. È nata nel 1928 su iniziativa dell’architetto Gio Ponti al quale nel ’29 si è affiancato l’editore Gianni Mazzocchi con l’Editoriale Domus, creata appositamente per pubblicare la rivista. Nell’era post Gio Ponti dal 1979 alla guida del mensile si sono avvicendati Alessandro Mendini, Mario Bellini, Vittorio Magnago Lampugnani, François Burkhardt, Deyan Sudjic, Stefano Boeri, Flavio Albanese, Joseph Grima e l’attuale direttore Nicola Di Battista.

Trova l'evento
sulla mappa
ESPANDI LA MAPPA

— Vedi anche...